Conoe a Ecomondo dall’8 all’11 Novembre

Ecomondo sta per tornare. L’evento di riferimento per la transizione ecologica e l’economia circolare, giunto alla 25° edizione, si terrà dall’8 all’11 novembre presso la Fiera di Rimini.

Tavole rotonde, dibattiti, confronti e tanto altro: un’occasione per fare dialogare cittadini e istituzioni sui temi dell’ecologia, oggi più che mai attuali.

Il CONOE sarà tra i protagonisti dell’evento con il suo stand (Padiglione B4/stand 001-002) e con quattro talks.

Il primo, dal titolo “La raccolta dell’olio esausto domestico. Criticità attuali e nuove prospettive”, si terrà mercoledì 9 novembre alle ore 11.00. In questo talk si parlerà della collaborazione che il CONOE ha avviato con l’ANCI con l’obiettivo di giungere alla sottoscrizione di un protocollo di intesa. È necessario, infatti, l’impegno congiunto dei Comuni e degli Associati del Consorzio per incrementare la raccolta dei rifiuti urbani, inserendovi di fatto anche quella degli oli vegetali esausti. Relatori: Tommaso CAMPANILE, Presidente, CONOE; Carmelina CICCHIELLO, Responsabile ciclo integrato dei rifiuti, ANCI; Roberto TOMASINI, Responsabile Servizi Ambientali, GEA SPA; Marta Giovanna GERANZANI, Responsabile Dipartimento Ciclo Rifiuti, COMUNE DI ROMA.

Il secondo incontro, dal titolo “Il CONOE come sistema universale epr. Il ruolo di consorzi ex lege”, si terrà sempre il 9 novembre, ma alle 15.00. Natura, finanziamento e funzionamento dei Consorzi saranno l’oggetto del dibattito che coinvolge operatori e istituzioni. Tra quest’ultime, centrale il ruolo del neo Ministero dell’Ambiente e Sicurezza Energetica. Relatori: Tommaso CAMPANILE, Presidente, CONOE; Pierluigi ALTOMARE, Segretario ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI presso il MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ENERGETICA; Enrico Bobbio, Presidente, POLIECO.

Il terzo incontro, dal titolo “Fare squadra per l’ambiente. L’importanza dei progetti di educazione ambientale”, si terrà invece il 10 novembre alle 11.00. Si parlerà dell’importanza dei progetti formativi dedicati ai giovani e, in particolare, di RiusiamOLI, il percorso didattico promosso da ENI con la collaborazione di CONOE. La sensibilizzazione delle giovani generazioni rispetto ai temi della sostenibilità è una delle priorità del Consorzio che crede fortemente nei progetti che riescono ad arrivare capillarmente nelle classi utilizzando strumenti digitali e forme di gioco, più coinvolgenti per i giovani studenti. Relatori: Tommaso CAMPANILE, Presidente, CONOE; Lucia NARDI, Responsabile Area Cultura d’impresa, ENI; Roberto DELLA SETA, Direttore Scientifico, EPRCOMUNICAZIONE.

Il quarto incontro, dal titolo “I fatti che frenano l’attività delle imprese. Un confronto tra gli operatori del CONOE”, si terrà il 10 novembre alle 14.00. Si parlerà dei problemi legati alla filiera: l’illegalità nella gestione degli oli esausti, le difficoltà nell’approvvigionamento energetico, l’aumento delle bollette, le lungaggini burocratiche per la finalizzazione del decreto “End of Waste” dedicato agli oli vegetali esausti. Relatori: Tommaso CAMPANILE, Presidente, CONOE; Tonino SALARIS, Direttore tecnico, GISCA ECOLOGICA; Giorgio TANONI, Amministratore Unico, ADRIATICA OLI.

Sarà possibile seguire tutti e quattro gli appuntamenti in diretta streaming su regionieambiente.it, sul nostro sito e sui nostri canali social.